Temevo un tradimento: mi sono rivolta ad un’agenzia di investigazioni private

Salve a tutti. Quando ho sospettato il tradimento di mio marito ho pensato subito di contattare un’agenzia di investigazioni private.

Questa è la mia storia.

Sono una donna, una madre e una lavoratrice, sono copywriter presso un’agenzia di pubblicità e mi trovo spesso a viaggiare fuori dalla mia città e anche fuori dal paese per motivi di lavoro.

Sono sposata da ventidue anni con mio marito e il nostro rapporto è sempre stato solido, fondato sul rispetto, sull’affetto e su una profonda amicizia. Proprio per questo mi sono resa immediatamente conto quando qualcosa è cambiato. Scarsa attenzione alle piccole cose, dimenticanze, poca pazienza e scatti d’ira improvvisa mi hanno fatto preoccupare.

Inizialmente, ho pensato ad un periodo di ‘raffreddamento’ del rapporto, d’altro canto come ho detto io lavoro spesso fuori di casa, ho pensato potesse essere quello il problema. Una sera però, rientrando prima da una trasferta l’ho trovato elegante e pronto per uscire, vestito come non lo vedevo da anni, e con dei fiori sul tavolo. Gli ho chiesto spiegazioni e lui ha detto che i fiori erano per me, che stava organizzando una sorpresa per me, ma io non sarei dovuta rientrare fino a notte inoltrata, quindi mi sono preoccupata. Lui si  giustificato dicendo che aveva capito che sarei stata a casa per cena.

Allora ho contattato un’agenzia investigativa. Mi sono rivolta all’Europol di Roma, richiedendo un pedinamento nei miei periodi all’estero per verificare cosa faceva mio marito mentre ero via.

I pedinamenti  sono stati continui e scrupolosi, ma per fortuna mi sbagliavo: dalla prove non è emerso nulla di particolare, segno che le uniche colpe che potevo imputare a mio marito era di essere stato un po’ teso negli ultimi tempi e po’ smemorato per  aver confuso i miei orari di rientro dal viaggio! Non c’è stato nessun tradimento da parte di mio marito insomma.

Ora stiamo lavorando per recuperare il rapporto di un tempo, e sono certa che ce la faremo. Sono più tranquilla, e per questo devo ringraziare l’Europol. Contattateli se avete bisogno, massima gentilezza ed efficienza! Vi lascio il sito internet qualcosa doveste essere interessati:

http://www.investigazionieuropol.org/

 

Contributo inviatoci da P.L. via e-mail il 29-09-2012. Inviateci le vostre esperienze di prodotti e servizi e noi continueremo a pubblicarle sul nostro blog!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...